L’organizzazione della sicurezza nella scuola ha la finalità di attivare comportamenti responsabili ed adeguati in una scuola sicura.

In particolare:

  • la scuola deve diventare sicura nelle strutture, negli impianti e nella gestione
  • il personale deve operare secondo una cultura della salute e della sicurezza
  • gli alunni devono essere formati ad una cultura della tutela della salute e della sicurezza che potrà poi essere da loro trasportata nel mondo del lavoro.

Per garantire la sicurezza, il D. Lgs. 626/94 prevede strumenti gestionali nuovi:

  • il documento sulla sicurezza, aggiornato periodicamente, che contiene la valutazione dei rischi e le relative misure di prevenzione e protezione;
  • il Piano di evacuazione rapida
  • vari organismi permanenti, con funzioni specifiche in materia di sicurezza;
  • la partecipazione dei lavoratori, alla gestione di tutte le fasi del processo; va ricordato che gli studenti sono addirittura equiparati ai lavoratori, durante le attività (come le esercitazioni di laboratorio e l’educazione fisica) che comportano l’uso di apparecchiature e attrezzature di lavoro.

 La responsabilità complessiva dell’organizzazione della sicurezza nella scuola è del Dirigente Scolastico, che assume il ruolo ed i compiti che la legge assegna al datore di lavoro. Nelle scuole statali, tuttavia, il Dirigente Scolastico non ha il potere di realizzare gli interventi strutturali eventualmente necessari negli edifici, che sono forniti dagli Enti Locali, che devono provvedere anche alla loro manutenzione.

Affianca il Dirigente, personale con particolari funzioni:

  1. lI Rappresentante dei Lavoratori per la sicurezza ( R.L.S.):
    Interviene con un ruolo attivo in tutte le fasi della gestione della sicurezza.
  2. lI Servizio di Prevenzione e Protezione e il suo Responsabile:
    Dà un contributo e un supporto tecnico nella valutazione iniziale e revisione periodica dei rischi, nell’individuazione delle misure di prevenzione più adeguate, nella scelta dei mezzi di protezione collettiva ed individuale più efficaci. Il Responsabile è una figura di riferimento per tutti, personale e studenti, e viene consultato tutte le volte che si manifestano situazioni di rischio.
  3. II Servizio di Pronto Soccorso e le procedure per il primo soccorso:
    In ogni plesso è disponibile l’attrezzatura minima col materiale occorrente per il primo soccorso.
    Gli addetti al Servizio di Pronto Soccorso ricevono una specifica formazione, facendo in modo che almeno uno sia presente in ogni plesso scolastico. In caso d’infortunio o di malore di una persona nella scuola, tutti i presenti, sono tenuti ad attivarsi, ricordando che le conseguenze dell’infortunio dipendono dalla rapidità del soccorso. E’ importante avvertire subito un addetto al Servizio di Pronto Soccorso o comunque qualcuno del personale abilitato.
  4. lI Servizio di Prevenzione Incendi:
    Ha il compito di vigilare perché vengano costantemente rispettate le disposizioni interne relative alla prevenzione incendi e al Piano di Evacuazione Rapida in caso di emergenza e degli incendi.

Sicurezza a.s.2015/2016

SICUREZZA EDIFICI SCOLASTICI SOLLECITO INTERVENTI E DOCUMENTAZIONE.

Sicurezza edifici scolastici a.s.2015/2016

DM 26 agosto 1992

Nuove disposizioni:

- Legge del 6 agosto 2008, n. 133
- Legge del 2 agosto 2008, n. 129
- Legge 7 Luglio 2009 n° 88.
- Legge del 27 febbraio 2009, n. 14
- D.Lgs. 3 Agosto 2009, n° 106

testo integrato del dlgs 81/08 come modificato da tali disposizioni


News

 SICUREZZA INFORMATICA  ENTRA